Rubriche


Università
Catanzaro
Cosenza
Reggio

foto prima pagina

Scarica il giornale
Ultimo numero

dicembre 2007
gennaio 2008
febb-marzo 2008
aprile 2008
maggio 2008
giugno 2008
luglio 2008


Quotidiani
il Sole 24
Repubblica
Corriere della Sera
Il giornale
Il Manifesto
Il giornale di Calabria
La Gazzetta del Sud
Quotidiano della Calabria
Calabria ora
Il Domani


Istituzioni
Regione Calabria
Gazzetta ufficale
Lavoro
I.N.P.S.
Agenzie delle entrate

Attualità

CATANZARO- ALLA CASA D'ARTE MIGLIO MOSTRA SU "REALISMI ITALIANI CONTEMPORANEI" SABATO ALLE 18 L'INAUGURAZIONE
Dopo il successo della mostra dell’artista spagnolo Carlos Morago e della festa inaugurale della Casa d’arte Miglio, l’attività espositiva prosegue con una prima ricognizione sull’ampio panorama dell’arte figurativa italiana. Realismi italiani contemporanei è il titolo della mostra che sarà inaugurata sabato 7 Maggio alle ore 18, con la partecipazione di una schiera selezionata di importanti artisti: Salvatore Alessi, Marco Bunetto, Francesco Capello, Giuseppe Colombo, Elena Gualtierotti,Giovanni Iudice,Giuseppe Mallia, Alessandro Marziano, Giovanni Marziano, Gabriele Erno Palandri, Giovan Battista Rotella, Giovanni Sesia. La pluralità dei realismi. Il primo a definire la propria pittura come “realista” fu Gustave Courbet. Il termine realismo ha,quindi, una data di nascita: era l’anno 1855 e Courbet definiva i suoi ideali artistici in un opuscolo scritto in occasione dell’Esposizione Universale di Parigi. Appare chiaro che all’epoca il realismo fosse una netta opposizione alla pittura romantica e idealizzata, in voga fra i pittori di allora. Oggi il termine è quanto mai generico e comprende un atteggiamento comune a molte manifestazioni d’arte, tutte con un preciso rimando alla realtà concreta e visibile del mondo. Si evince così il senso che si vuole dare alla mostra “realismi italiani contemporanei”: è la prima ricognizione sulla figurazione attuale nel nostro paese e la Casa d’arte Miglio ha l’intento di farne seguire altre, nel tentativo di mettere ordine nel vasto panorama dell’arte iconica e di porre fine a pregiudizi e censure di questa rispetto al differente destino dell’arte aniconica. Realismi al plurale, perchè è singolare il senso che ciascuno degli artisti dà al proprio percorso pittorico; contemporanei, per restituire l’aggettivo a chi continua nel duro mestiere di pittore da cavalletto e guarda alla realtà e all’arte con la stessa tensione, la stessa ricerca, la stessa modernità di chi si era appropriato del termine scegliendo, per esprimersi, altre vie. “Esistono solo due forme di pittura - ha ribadito l’artista Carlos Morago - quella buona e quella cattiva!”. Gli artisti di questa mostra sono tutti realisti e tutti diversi, a testimoniare la persistenza e la poesia dell’immagine e della buona pittura. Mi sembra opportuno (per concludere questa breve presentazione, senza aggiungere parole alla specificità poetica di ciascun artista) ricordare un passo di Flavio Ariensi, scritto a proposito del realismo spagnolo per l’esposizione milanese presso la gloriosa galleria Marieschi: “Questi nostri autori pervengono all’etica e all’estetica di Don Chisciotte, ovvero di colui che, non rassegnandosi al mondo, nè alla sua verità, nè alla sua logica o scienza, elabora il mondo attraverso una propria verità, una propria logica, una propria scienza. Qualora gli artisti del realismo spagnolo (che preferisco denominare realismo lirico o donchisciottesco, per sfuggire ai limiti del primo sostantivo e godere invece dell’apertura aggettivale) cadessero nello sconforto dei tempi, l’eroismo mitico del cavaliere della Mancia sorprenderà: qual è dunque la nuova missione di Don Chisciotte nel mondo attuale? Gridare, gridare nel deserto. Ma il deserto ascolta, anche quando gli uomini restano sordi, e un giorno si trasformerà in una selva sonora”. Questo è l’eroismo della figurazione contemporanea. (Valentina Trifoglio)

CATANZARO– CONCORSO “CATANZARO NEL VENTO… DEI RICORDI” L’ASSESSORE CARROZZA E IL PRESIDENTE POLIMENI HANNO PREMIATO I VINCITORI
L’assessore alla pubblica istruzione, Concetta Carrozza, e il presidente del Consiglio comunale, Marco Polimeni, hanno premiato i vincitori del concorso “Catanzaro nel vento… dei ricordi”, iniziativa finalizzata a promuovere e diffondere fra le giovani generazioni il patrimonio storico-sociale e le tradizioni della città attraverso lo studio delle sue origini e delle sue evoluzioni artistiche, storiche, architettoniche e culturali. La manifestazione, organizzata dall’assessorato comunale alla pubblica istruzione, ha coinvolto diversi istituti comprensivi del capoluogo, che hanno prodotto nel corso dei mesi elaborati di classe o individuali, scritti o multimediali, giudicati da una commissione composta dallo stesso presidente Polimeni, dal dirigente del settore, Saverio Molica, dalla funzionaria Rosanna Laudadio e dalla rappresentante dell’Ufficio scolastico regionale Maria Stella Franco. Il primo premio è andato all’istituto comprensivo Don Milani; il secondo al Mater Domini; il terzo al Casalinuovo. Un riconoscimento speciale è stato assegnato al Vivaldi. Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato anche l’assessore al turismo, Alessandra Lobello, e il consigliere comunale di Catanzaro con Abramo, Fabio Talarico. “La manifestazione”, hanno affermato l’assessore Carrozza e il presidente Polimeni portando il saluto del sindaco Abramo, “ha centrato lo scopo per cui era stata pensata, e cioè coinvolgere in maniera attiva le scuole, ma soprattutto gli alunni catanzaresi delle elementari e delle medie, facendo loro conoscere e riscoprire, attraverso attività di ricerca e redazione le tradizioni e lo sviluppo storico e culturale di Catanzaro. Vista la qualità degli elaborati ricevuti, che hanno curato ogni aspetto in modo molto approfondito, non possiamo che sottolineare quanto sia stato importante, per le scuole stesse e per i loro alunni, il concorso promosso dall’assessorato, che in questo modo hanno potuto avvicinarsi ad aspetti della nostra città che non fanno parte dei programmi canonici ma che sono ugualmente essenziali per la formazione dei giovani e per la loro conoscenza delle tradizioni della comunità a cui appartengono”. C

CATANZARO- CONVEGNO DELLA FIDAPA DOMANI ALLA CAMERA DI COMMERCIO SU COME FARE IMPRESA PER LE DONNE
Altro importante appuntamento del mese di giugno, per la FIDAPA. Da sempre, la sezione catanzarese della Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari, porta avanti la missione promuovere la donna verso una partecipazione più attiva e consapevole alla vita sociale e politica della comunità. Domani, martedì 19 giugno alle 16.30, la sala convegni della Camera di Commercio di Catanzaro, ospiterà il convegno “Cantieri di Imprese – Essere donna può essere impresa... ma fare impresa, per una donna, può essere facile… se sai come farlo”. Si tratta di una rete di professionisti che aiuta pubbliche amministrazioni, imprese e cittadini ad accedere facilmente ad informazioni relative alle agevolazioni su fondi europei. Il convegno ha lo scopo di fornire tutte le informazioni utili, in particolare, alle donne che intendano “fare impresa”, con possibilità di essere aggiornate sui diversi bandi, gratuitamente, anche dopo l’incontro in questione. Dopo i saluti della Presidente della FIDAPA Catanzaro, l'avvocato Costanza Santimone, interverranno l'ingegner Salvatore Modaffari e la dottoressa Alessandra Aloi, consulente fiscale d'impresa.

CATANZARO- NUOVE CORSA AMC DA LUNEDI PER I COLLEGAMENTI CON L'UNIVERSITA “L’Amc metterà in atto un servizio di trasporto per fare in modo di venire incontro alle esigenze di mobilità degli studenti universitari che frequentano le lezioni nella sede di Mater Domini”. Lo hanno reso noto l’assessore ai trasporti, Giovanni Merante e il consigliere comunale Roberto Rizza. “ In particolare – hanno sottolineato – gli studenti che dal quartiere Lido devono raggiungere via Tommaso Campanella, potranno utilizzare la corsa U1 che non terminerà più il suo percorso al Campus ma proseguirà fino a via Tommaso Campanella. Il nuovo servizio che partirà da lunedì prossimo 14 marzo, consentirà a tutti quegli studenti che devono seguire le cui lezioni con inizio alle ore 9, di non dover più attendere la coincidenza che inevitabile li costringeva a prendere la corsa Amc delle ore 7,25. Una condizione che li obbligava ad addossarsi un tragitto di circa due ore. Questo nuovo servizio che abbiamo portato a compimento, è frutto non solo di un nostro pensato e diretto intervento, ma soddisfa le istanze pervenute da parte di altri colleghi amministratori comunali, dell’Università e di numerosi studenti e associazioni studentesche. Ringraziamo, dunque –hanno concluso Merante e Rizza - il direttore generale Luigi Siciliani, l’amministratore delegato Rino Colace , i dipendenti dell’Azienda per l’impegno e la disponibilità al problema dimostrando, così, grande attenzione alle reali esigenze dell’utenza”. TABELLA ORARI Collegamento Centro Storico – Via Tommaso Campanella ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- linea 5: 6.55 8.00 8:50 9.30 11.00 11.35 12.40 13.30 14.35 15.00 16.35 18.00 19.10 19.40 20.10 linea 6: 6.00 6.20 7.35 8.30 10.05 12.00 13.10 14.10 15.50 17.35 18.30 20.45 Collegamento Via Tommaso Campanella - Centro Storico ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- linea 5: 7.20 8.30 9.25 10.00 11.25 12.00 13.10 14.00 15.05 15.30 17.00 18.25 18.40 19.40 20.10 20.35 linea 6: 6.25 6.50 8.10 9.00 10.35 12.35 13.50 14.45 16.25 18.10 19.05 21.10 Le corse evidenziate sono quelle relative e utili agli orari di inizio e fine lezioni. Collegamento Lido – Via Tommaso Campanella Andata (Corsa diretta): Linea U1/U3 in partenza da lido 8:10 transita da Campus e prosegue per Via Tommaso Campanella, quartiere Mater Domini Ritorno (Corsa con interscambio Terminal Kennedy): Linea 6: 16:25 cambio a Kennedy con linea2 ore 16.45/linea1 ore17:10 (per i giorni di martedì e giovedì, quando le i corsi finiscono alle 16.00) Linea 5: 18:25 cambio a Kennedy con linea2 ore 18.50/linea1 ore19:15 Linea 6: 18:10 cambio a Kennedy con linea2 ore 18.50/linea1 ore19:15

Commenti:

Questo spazio è al servizio dei cittadini. Vuole essere una sorta di vetrina nella quale ognuno può "esporre" dubbi, incertezze, idee, suggerimenti e proposte. E' uno spazio in cui si può attivare un filo diretto con politici, amministratori per un confronto sui problemi che assillano la Calabria.