Rubriche


Università
Catanzaro
Cosenza
Reggio

foto prima pagina

Scarica il giornale

Scarica il giornale
Ultimo numero

dicembre 2007
gennaio 2008
febb-marzo 2008
aprile 2008
maggio 2008
giugno 2008
luglio 2008


Quotidiani
il Sole 24
Repubblica
Corriere della Sera
Il giornale
Il Manifesto
Il giornale di Calabria
La Gazzetta del Sud
Quotidiano della Calabria
Calabria ora
Il Domani


Istituzioni
Regione Calabria
Gazzetta ufficale
Lavoro
I.N.P.S.
Agenzie delle entrate







In riferimento all'articolo apparso sull'ultimo numero di settembre: "Dio e l'erba nella filosofia di Swami Atmananda" (l'eremita di Cerva), di Emilio Grimaldi

Caro Emilio, ti capisco, tu fai il giornalista... Se dovessi fare un commento all'articolo sarebbe più lungo dello stesso. Mi limito a dirti che ci sono molte cose inesatte (Raphael non è un padre religioso...), altre esagerate e altre ridicole (alcuni pianterebbero l'erba... altri mirerebbero all'eremo...). Pura fantasia e del resto vivendo fra le "nuvole" e i fumi. Il terreno è di Lia Ranon una signora veneta che abita a Roma e nessuno senza il suo consenso lo può toccare! Raphael, fr. Carlo Carretto, P. Griffiths, P. Vannucci per non parlare di don Lorenzo Milani si staranno rivoltando nella tomba. Mettere di mezzo don Mimmo? Stiamo parlando di un uomo di 60 anni e non di un bambino. Don Mimmo è molto dispiaciuto e, al mio invito, non ha voluto neppure scrivergli (nel novembre scorso). Una cosa è certa: tutta questa pubblicità non gli farà certamente bene e non farà bene neppure a chi legge... Nutrirà e gonfierà il suo IO, quello che lui pensa di aver totalmente annullato e si sentirà ancor più nella "verità". Gli voglio bene, mi ha mandato a chiamare ma sto aspettando. Per don Mimmo è inutile qualsiasi approccio! lettera firmata



Scrivici una mail con le tue impressioni, i tuoi commenti o altro riguardante le notizie pubblicate o che, secondo te, andrebbero commentate e meriterebbero più attenzione: ogni tua considerazione sarà un utile spunto per avviare un dialogo costruttivo e per migliorare la nostra efficienza! fin da ora ti diciamo: GRAZIE!